Torta Napoleone-Rossana Pegurri-Food Blogger

Torta Napoleone

 Rossana Pegurri Food Blogger

Questa torta sin da subito ha catturato la mia curiosità, non solo per il nome e l’aspetto ma anche per la storia che la caratterizza.

Nasce nel 1912, anno importante in cui cadeva il centesimo anniversario dalla liberazione di Mosca da Napoleone. E come festeggiare se non creando un dolce?

Fu un pasticcere ad idearla e un tempo la sua form ricordava proprio quella del tipico cappello triangolare. Man mano però le voci sulla sua bontà si diffusero in tutto il territorio sovietico portando ad essere la torta più preparata in ogni famiglia tant’è vero che famiglia che vai variante che trovi.

Dopo l’assaggio mi sento di poter confermare questa teoria, la torta Napoleone mi ha veramente lasciata senza parole .

Si tratta di strati di sfoglia (che potremmo definire una millefoglie ma che in alcuni paesi chiamano Napoleon) intervallati da un cremoso ripieno a base di crema.

Le varianti poi sono infinite, sia sul numero di strati che sulla crema utilizzata e l’aggiunta o meno di marmellata.

Io ho fatto dieci strati per cui ho preparato un impasto che poi ho diviso in dieci palline che ho steso e ritagliato dandogli la forma circolare. Poi ho preparato una crema al burro (sostituibile con una crema pasticciera e poi al terzo e nono strato ho aggiunto anche la composta ai frutti di bosco.

La preparazione non posso certo nasconderlo non è immediata, ma non per forza bisogna ricreare esattamente un dolce così grande e altro. È infatti possibile renderla più bassa, o darle la forma del nostro millefoglie usando però gli ingredienti della ricetta.

Se volete sperimentare nuovi sapori (e che sapori!) o volete stupire qualcuno questo è il dolce perfetto.

Ingredienti:

Per la sfoglia :

550 g di farina

300 g di burro

170 g di acqua

1 uovo

1 cucchiaio di aceto

1 pizzico di sale

Per la crema :

60 g di farina

3 tuorli

400 ml di latte

1 cucchiaio di rum

80 g di zucchero

Per la crema al burro:

200 g di burro

100 g di zucchero

Confettura di frutti rossi q.b

Procedimento:

Per la preparazione di questo dolce vi consiglio di preparare le creme un giorno prima. Il giorno dopo procedete con la preparazione della sfoglia e l’assemblaggio. Poi lasciate tutta la notte in frigorifero appoggiando sopra la torta un piatto che faccia da peso.

Per la crema:

In una casseruola unite i tuorli con lo zucchero e batteteli con un frustino a mano. Poi aggiungete tutta in una volta la farina setacciata. Dopo aver amalgamato la farina aggiungete il latte e il rum continuando a mescolare. Spostatevi ora sul fornello e cuocete a fiamma dolce per far addensare la crema. Appena si iniziano a formare delle bolle, togliete dal fuoco e versate la crema in un contenitore. Coprite subito con della pellicola mettendola a contatto con la crema. Fate raffreddare completamente e poi mettete in frigorifero fino all’utilizzo.

Per la crema al burro:

Lavorate il burro morbido con lo zucchero con le fruste fino a quando la consistenza sarà bella cremosa.

Unite questo composto alla crema già fredda preparata precedentemente (potete farlo anche poco prima di comporre il dolce).

Per la sfoglia:

Nella planetaria unite la farina con il burro tagliato a tocchetti. Con le fruste lavorate gli ingredienti fini ad ottenere una consistenza sabbiosa. A questo punto unite l’uovo e continuando a lavorare con le fruste aggiungete a filo l’acqua miscelata con l’aceto.

La quantità di acqua dipende anche dal tipo di farina, dovrete ottenere un impasto liscio e quasi elastico. 

Se dovesse essere troppo morbido o troppo asciutto aggiungete un po’ farina o acqua.

Io ho fatto tutto a mano con lo stesso procedimento.

Pesate il panetto che avrete ottenuto e dividetelo in dieci panetti dello stesso peso.

Metteteli su una placca e copriteli con la pellicola. Fate riposare per mezz’ora in frigorifero.

Stendete su un piano di lavoro leggermente infarinato un panetto alla volta dello spessore di 1/1,5 mm (gli altri lasciateli in frigorifero).

Trasferitelo su una teglia foderata con carta da forno. Ritagliate un disco di pasta aiutandovi con un anello oppure un piatto o il fondo di una tortiera da 20 cm. Dentellate la sfoglia con una forchetta. Lasciate anche il ritaglio.

Infornate a 200° per circa 5/6 minuti. È un passaggio delicato, vi consiglio di tenere sottocchio la cottura soprattutto andando avanti con le infornate essendo il forno già caldo.

Ogni disco va infornato singolarmente. 

Una volta che avrete pronte tutte le preparazioni procedete a montare il dolce.

Disponete la prima sfoglia e spalmatevi la crema. Sovrapponete un altro disco e spalmate altra crema. Procedete così per tutti gli altri strati tranne per il terzo e nono strato dove dovrete mettere solo la marmellata.

Sovrapposti tutti gli strati, distribuite tutta la crema rimasta sui bordi e sulla parte superiore della torta.

Sbriciolate con le mani i ritagli delle sfoglie lasciando dei pezzetti più grossi. Usateli per ricoprire in maniera uniforme la torta.

Mettete in frigorifero per almeno 6 ore, meglio ancora per una notte intera. Toglietela un’ora prima di essere servita (se non c’è troppo caldo, altrimenti basta una mezz’ora).

Affinché gli strati si amalgamino bene potete posizionare sopra la torta un piatto che faccia da peso. 

Guarda tutte le ricette di Rossana Pegurri cliccando qui 

Segui Rossana Pegurri anche su Instagram:

  

0 comments on “Torta Napoleone-Rossana Pegurri-Food BloggerAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll Up